Il Parto a fumetti | Lucile Gomez

Interessante uscita del 2023 edita da TerraNuova, “Il Parto a fumetti” di Lucile Gomez si legge d’un fiato. Sottotitolato “Scopri i tuoi poteri” esordisce definendosi inutile, perché le donne sanno già quello che prova a raccontare, solo che non sanno di saperlo.

Basato sulle esperienze personali di parto dell’autrice, l’artista francese @lucilegomez, il libro è intriso delle teorie dell’ostetrico francese Odent. Esplora la fisiologia del parto e conclude che un parto non disturbato può essere un’esperienza davvero meravigliosa, come quelle vissute dall’autrice.

Lucile auspica che la paura che permea la gravidanza ed il momento del parto possa – per sempre più donne informate e consapevoli – lasciare il posto ad un processo fisiologico che si ripete ormai da millenni, semplicemente perché le donne sanno partorire, ma sono state convinte del contrario.
“Concentrarsi solo sui rischi è l’approccio della medicina” che rischia portare le partorienti ad indossare le “lenti della patologia, che a loro volta si trasformano in quelle della grande paura”.

Gli occhiali della fisiologia invece, appannaggio delle ostetriche, possono far vedere il senso di fiducia nella vita e nelle proprie capacità.
Lucile racconta tutto questo e molto di più con una graphic novel diretta, semplice ma anche molto ben argomentata. Il libro è dedicato alle amiche incinte, a quelle che pensano che un giorno lo saranno, alla collega che ha figli ma non ha capito bene i suoi parti, alla capa, che vorrebbe che il prossimo parto andasse in un altro modo. A chi non vuole un prossimo parto, alla cugina a cui è piaciuto partorire ma non si azzarda a dirlo perché sa che le altre sono traumatizzante…a tutte quelle e quelli che sono usciti dal grembo della loro mamma, perché come sosteniamo sempre in AMINa, la nascita riguarda tutti.

AMINa ODV

La nostra missione è quella di promuovere un parto consapevole, rispettato e positivo in Italia e nel mondo. Partiamo dal presupposto che al momento molte donne sono vittime di violenza ostetrica, oppure mancano di accesso ai servizi di assistenza di base. Attraverso attività di sensibilizzazione e di cooperazione allo sviluppo, AMINa mira a promuovere una diversa cultura del parto, che valorizzi le differenze e consideri partoriente e nascituro come soggetti e non come oggetti dell’azione.

Immaginiamo un mondo in cui il parto venga affrontato con la giusta consapevolezza e possa essere un momento positivo e trasformativo per la partoriente ed il nascituro. Un mondo in cui la vita ed il venire al mondo vengano valorizzati, così come il rispetto delle diversità e del percorso di vita di ognuna/o.

Crediamo che la diversità sia una ricchezza; crediamo nelle doti innate della partoriente e del nascituro nel momento del parto; crediamo che questo debba essere affiancato dalle opportunità offerte dalla medicina e che la nascita dovrebbe essere al centro di ogni agenda politica poiché riguarda l’intera umanità e non dev’essere relegata al solo universo femminile. Crediamo che il parto possa essere una straordinaria esperienza trasformativa.

Sostienici

Può interessarti anche

  • Ti racconto il mio parto - AMINa ODV

Ti racconto il mio parto #20

Giugno 18th, 2024|0 Comments

Ti racconto il mio parto #20 Se vuoi condividere con noi la tua esperienza, scrivici su: Messenger @aminaodv Instagram Direct @amina_odv Email aminaodv@gmail.com Ciao, sono Simona, il 6 maggio 2023 è [...]

Ti racconto il mio parto #19

Giugno 18th, 2024|0 Comments

Ti racconto il mio parto #19 Se vuoi condividere con noi la tua esperienza, scrivici su: Messenger @aminaodv Instagram Direct @amina_odv Email aminaodv@gmail.com Ho partorito quasi due mesi fa e ci [...]

  • Adrienne Rich - Nato di donna

Adrienne Rich – Nato di Donna

Giugno 17th, 2024|0 Comments

di Chiara Segrado - Presidente AMINa Il coraggio di uscire dallo schema della "sacra vocazione" della maternità. Già negli anni Settanta, Adrienne Rich scriveva:"I lavoratori possono organizzarsi in sindacati e scioperare; le madri sono [...]