Ti racconto il mio parto #11

Se vuoi condividere con noi la tua esperienza, scrivici su:
Messenger @aminaodv
Instagram Direct @amina_odv
Email aminaodv@gmail.com

Ho partorito in un ospedale romano nell’agosto del 2021. Non sono contenta della mia esperienza perché sono stata lasciata da sola con mio marito durante il travaglio e durante le spinte, l’epidurale è stata somministrata in maniera sbagliata per almeno 5 volte.

Il parto è finito con un cesareo d’urgenza dopo due ore di spinte durante le quali non riuscivo a sentire nulla perché ero stata completamente anestetizzata dall’epidurale e non stavo ricevendo nessun tipo di supporto o guida. Nel frattempo, il bambino era risultato incastrato nel canale del parto e per questo si è dovuto ricorrere al cesareo. La reazione della ginecologa a tutto questo è stata un: “Vabbè ma era ovvio che naturalmente non ce l’avresti mai fatta” e questo mi ha molto demoralizzata.

Quando finalmente ci hanno riportato il bambino in stanza, ci hanno lasciato i pannolini dicendo chiaramente che da quel momento in poi ci saremmo dovuti sbrigare da soli perché non prevedevano di darci alcun aiuto addizionale. Incluso per l’allattamento: non ho ricevuto nessun tipo di supporto se non qualche strizzata per controllare che ci fosse effettivamente il latte.

Mai più.

AMINa ODV

La nostra missione è quella di promuovere un parto consapevole, rispettato e positivo in Italia e nel mondo. Partiamo dal presupposto che al momento molte donne sono vittime di violenza ostetrica, oppure mancano di accesso ai servizi di assistenza di base. Attraverso attività di sensibilizzazione e di cooperazione allo sviluppo, AMINa mira a promuovere una diversa cultura del parto, che valorizzi le differenze e consideri partoriente e nascituro come soggetti e non come oggetti dell’azione.

Immaginiamo un mondo in cui il parto venga affrontato con la giusta consapevolezza e possa essere un momento positivo e trasformativo per la partoriente ed il nascituro. Un mondo in cui la vita ed il venire al mondo vengano valorizzati, così come il rispetto delle diversità e del percorso di vita di ognuna/o.

Crediamo che la diversità sia una ricchezza; crediamo nelle doti innate della partoriente e del nascituro nel momento del parto; crediamo che questo debba essere affiancato dalle opportunità offerte dalla medicina e che la nascita dovrebbe essere al centro di ogni agenda politica poiché riguarda l’intera umanità e non dev’essere relegata al solo universo femminile. Crediamo che il parto possa essere una straordinaria esperienza trasformativa.

Sostienici

Può interessarti anche

  • Ti racconto il mio parto - AMINa ODV

Ti racconto il mio parto #20

Giugno 18th, 2024|0 Comments

Ti racconto il mio parto #20 Se vuoi condividere con noi la tua esperienza, scrivici su: Messenger @aminaodv Instagram Direct @amina_odv Email aminaodv@gmail.com Ciao, sono Simona, il 6 maggio 2023 è [...]

Ti racconto il mio parto #19

Giugno 18th, 2024|0 Comments

Ti racconto il mio parto #19 Se vuoi condividere con noi la tua esperienza, scrivici su: Messenger @aminaodv Instagram Direct @amina_odv Email aminaodv@gmail.com Ho partorito quasi due mesi fa e ci [...]

  • Adrienne Rich - Nato di donna

Adrienne Rich – Nato di Donna

Giugno 17th, 2024|0 Comments

di Chiara Segrado - Presidente AMINa Il coraggio di uscire dallo schema della "sacra vocazione" della maternità. Già negli anni Settanta, Adrienne Rich scriveva:"I lavoratori possono organizzarsi in sindacati e scioperare; le madri sono [...]